FITT MAGAZINE

Ad ogni stagione la sua verdura: in Primavera gli Asparagi
FITTGardeningIdeas-schedario-verdure-asparago-header

Ad ogni stagione la sua verdura: in Primavera gli Asparagi

Gli asparagi (Asparagus officinalis) sono ortaggi primaverili teneri e succulenti, estremamente ricchi di proprietà benefiche.

Gli asparagi vantano ottime proprietà nutrizionali (fibre, vitamine e sali minerali); inoltre, sia il germoglio commestibile, sia le radici della pianta (in decotto), stimolano sensibilmente la filtrazione renale

Si prestano a molti utilizzi in cucina: con questo ortaggio tipico della primavera si possono realizzare primi, secondi piatti o contorni.

Ma come e quando si coltivano?

Asparago

Asparagus officinalis

Coltivazione

Possiamo coltivarlo dal seme e trapiantarlo, quando le radici diventano troppo ingombranti. Gli ibridi danno più frutti, ma non sono dotati di semi, perciò sono da acquistare i virgulti. I primi due anni dopo la semina i primi germogli non vanno tagliati, in modo da rafforzare la pianta.

Distanze

Almeno 2 m tra le file, almeno 50 cm tra le piante in fila.

Zona

Assolata.

Quantità

Da 5 a 10 piante per persona.

Epoca di semina

I virgulti vanno acquistati e piantati ad Aprile; il seme, invece, va seminato agli inizi della primavera e i virgulti trapiantati in un luogo permanente l’anno successivo in primavera, quando la terra raggiunge almeno 10°C. Il seme germoglia in 4 settimane circa.

Concimazione

Prima della semina è importante concimare bene la terra con lo stallatico. In autunno bisogna coprire la piantagione con paglia e compost di casa. In estate le piante vanno annaffiate poche volte con l’intruglio di ortiche.

Irrigazione

Necessariamente solo il primo anno dopo il trapianto, altrimenti non serve. Ma dopo anni di siccità il raccolto è minore, perciò è bene annaffiare occasionalmente.

Consociazione favorevole

fagioli, piselli, fave, cavolo rapa, peperone, pomodoro, prezzemolo, basilico, valerianella, spinacio, tagete, nasturzio

Consociazione sfavorevole

menta, cipolla, aglio, scalogno

Malattie e animali nocivi

Mosca dell’asparago, ruggine dell’asparago. Nei primi anni vicino agli asparagi coltiviamo il pomodoro perché scaccia gli animali nocivi e rafforziamo la pianta con preparati a base di alghe.

Raccolta

In primavera, nelle ore mattutine, tagliamo i nuovi germogli. I migliori sono quelli freschi, perciò raccogliamoli gradualmente e raffreddiamoli immediatamente in acqua fredda.

Possiamo conservarli per breve tempo in frigo avvolti da un panno umido o dentro un bicchiere come mazzolini. Possiamo conservarli nell’aceto o in salamoia. Se la pianta è giovane cresce da 2 a 4 settimane, se è vecchia 12 settimane. Stiamo attenti a lasciare almeno sei germogli sulla pianta per garantire la crescita estiva.

Alimentazione

Consumiamo germogli novelli quando spuntano in primavera. Contengono vitamine C, E e vitamine del gruppo B, l’alcaloide asparagina, l’olio essenziale e i minerali stagno, molibdeno e silicio. Fanno bene al sistema renale e al fegato e depurano tutto il corpo.

Nota bene

È una pianta perenne, perciò prima di seminarla dobbiamo pulire la terra dalle malerbe e zapparla in profondità, poiché l’asparago ha radici molto profonde. L’apparato radicale non si sviluppa in cerchi, ma solo a sinistra e a destra, perciò vanno piantati in modo tale da proibire la diffusione delle radici nello spazio tra le file – altrimenti le danneggeremmo ad ogni trattamento della terra.

In autunno copriamo il luogo di crescita con uno strato di paglia e compost, che va poi tolto in primavera.

Particolarità

È una pianta perenne che proviene dall’Asia Minore e Centrale. L’asparago bianco viene coltivato in un modo particolare, in quanto i germogli vengono coperti e sbiancati. Coltivare germogli grossi è difficile, e, inoltre, tali germogli contengono la metà delle sostanze nutritive utili.

Iscriviti alla newsletter
#FITTGardening

Lasciaci il tuo nome ed indirizzo email, ti terremo aggiornato sulle novità del mondo #FITTGardening